Visto di Ingresso

Come fare un INVITO

La procedura di Visto Turistico


Se invitate in Italia un amico/a o un parente dall’estero per un periodo massimo fino a 90 giorni come indicato dalla legge potete aiutare il vostro ospite a chiedere il Visto Turistico per l’Italia .
Di seguito troverete tutte le informazioni necessarie per muovervi con sicurezza e fare i passi giusti al fine di presentare una pratica impeccabile al consolato italiano .

Iniziamo a capire come fare una corretta istruttoria al fine di ottenere il Visto Turistico per ingresso stranieri e successivamente all’arrivo in Italia del vostro ospite cosa  fare .

 

Passo 1 – Quale documentazione dovete preparare?

Il primo documento che vi serve è la Lettera d’Invito.

 

Passo 2 – Date di arrivo e partenza dall’Italia

Nel compilare la lettera d’invito dovrete indicare tutti i vostri dati personali e quelli del vostro ospite, le date esatte di arrivo e partenza dall'Italia del vostro ospite, la professione , l’indirizzo all’estero e il numero telefonico.

Innanzitutto fate fissare al vostro ospite la data di appuntamento all’ambasciata italiana per  la consegna dei documenti alla data che gli verrà assegnata dal consolato italiano per il visto consolare .

Dalla data dell’appuntamento prendetevi 10-15 giorni in più per precauzione nel caso in cui l'ambasciata trattenga i documenti per qualche giorno o chiede altra  documentazione integrativa.
Ad esempio se l'appuntamento è per il 10 di questo mese fate partire il vostro ospite il 20/25 del mese corrente per organizzare il viaggio in Italia .

 

Passo 3 –  Ricordatevi quale documentazione dovete inviare

Al vostro ospite dovrete inviare la lettera d’invito compilata e firmata , la fideiussione e la polizza sanitaria , la prenotazione aerea e la domanda di visto .

Per ricevere la polizza sanitaria e la fideiussione da parte nostra dovrete inviarci via e-mail:futuroassifin@gmail.com la seguente documentazione in formato PDF:

 

1. Lettera d’invito;
2. Il permesso di soggiorno se non siete cittadini italiani;
3. Il vostro documento d’Identità;
4. Il vostro Codice Fiscale
5. Una copia del vostro reddito (busta paga ,modello Cud o modello Unico)
6. La fotocopia del passaporto del vostro ospite solo dove c’è la foto

 

Il nostro ufficio una volta che ha ricevuto tramite  e-mail tutti i documenti sopradescritti  verifica se sono ben leggibili e entro poche ore dal ricevimento emette sia polizza sanitaria e fideiussoria .

 

Passo 4 – Ricevi i documenti

Per la ricezione delle polizze dovete considerare 1/2 giorni lavorativi e riceverete tutto all’indirizzo che avete indicato nella e-mail riceverete  la fideiussione e la polizza sanitaria.
Appena ricevete i documenti  firmate tutte le copie alla voce “IL CONTRAENTE”.
Nel plico verrà indicato quali sono le vostre copie da firmare e inviare all’ambasciata e quali sono da restituire a noi .

 

Passo 5 – Invia i documenti

Preparate una busta con i documenti da inviare al vostro ospite e metteteci dentro, la lettera d’invito originale firmata e completata , la fotocopia di un vostro documento di identità, la fideiussione, la polizza sanitaria e la domanda di visto compilata e firmata.
Ricordatevi anche della prenotazione del viaggio di andata e ritorno.
Adesso il vostro ospite ha ricevuto i documenti completi per la domanda di Visto e li consegna in ambasciata italiana nella data precedentemente concordata.

 

Passo 6 – Arrivo In Italia del vostro ospite  - Dichiarazione di presenza

Appena il vostro ospite arriva in Italia verificate che, se arriva da Stati non Schengen, il timbro che la polizia di frontiera appone sul passaporto/visto vale come dichiarazione di presenza.
Se la persona è ospitata in una casa privata, entro 48 ore deve essere data comunicazione alla Polizia (legge antiterrorismo).
Mentre se la persona viene ospitata in hotel, nessun problema perché l'hotel procede a segnalare alla polizia.

 

Passo 7 – Assistenza Clienti
Per qualsiasi dubbio o chiarimento non esitate a contattarci:

Telefono Ufficio: 080.4033844

Telefono Mobile: 346.7308664

Mail: ingressostranieri@gmail.com

 

Dove fare domanda di un visto Schengen

La domanda di visto deve essere presentata al consolato del paese di destinazione esclusiva della visita  oppure se il viaggio comprende più di una destinazione, al consolato del paese sul cui territorio costituisce la destinazione principale della visita in termini di durata maggiore .

Se la destinazione principale non può essere determinata, il Consolato competente quello del paese le cui frontiere esterne il richiedente intende attraversare per entrare nell'area Schengen.

Per un visto di transito, la domanda deve essere presentata al consolato del paese interessato dal transito se vi è un solo passaggio. Nel caso di transito attraverso diversi Stati Schengen, la domanda deve essere presentata al consolato del paese le cui frontiere esterne il richiedente intende attraversare per cominciare il transito.

Per un visto di transito aeroportuale, nel caso di un solo transito, l'autorità competente consolato è quella del paese sul cui territorio l'aeroporto di transito si trova. In caso di transito aeroportuale, duplice o multiplo, il consolato competente è quella del paese sul cui territorio il primo transito si trova.

Qualora lo Stato Schengen competente non ha alcuna rappresentanza diplomatica in un paese particolare, il visto può essere rilasciato dalla rappresentanza da parte del consolato che rappresenta gli interessi dello Stato competente in quel paese.

Quando si intende rifiutare un visto, il consolato dello Stato Schengen in rappresentanza deve comunque presentare la domanda alle autorità competenti dello Stato Schengen rappresentato per la decisione finale. Per ulteriori informazioni agli Stati Schengen, che sono rappresentati e gli Stati che li rappresentano, visualizzare la tabella di rappresentanza in materia di rilascio di visti uniformi.

La domanda di visto Schengen da parte di non residenti , Il richiedente che presenta una domanda di visto in un paese dove lui o lei si trova legalmente in quel momento, ma che non è del suo paese di residenza, deve fornire al consolato competente una giustificazione valida per la presentazione della domanda .

Requisiti per ottenere il visto

Le 3 fasi per ottenere un visto Schengen sono le seguenti:

 

Fase 1: Identificare il consolato che è responsabile per la gestione della domanda di visto.
Fase 2: Informare al suo ospite di portare con se  il passaporto al consolato competente, unitamente a:

 

1) Domanda di visto compilata
2) I necessari documenti di base (scopo e condizioni del viaggio, l'intenzione del richiedente di lasciare l'area Schengen) 

 

I documenti di base sono i seguenti:

 

Passaporto:
un passaporto, la cui validità deve superare quella del visto di tre mesi, avere almeno due pagine bianche a sinistra e inferiore a 10 anni.

Modulo:
compilato sotto forma di visto che sarebbe la domanda di visto che l’invitante presentare in ambasciata

Assicurazione: valida assicurazione di viaggio e polizza fideiussoria da richiedere a alla nostra Agenzia (emissione in Tempo Reale)
1) Documenti a sostegno della finalità del viaggio per l’ottenimento del visto
Il richiedente deve fornire i documenti pertinenti allo scopo della richiesta del visto, ad esempio:

 

Visto per Affari:
 

(a) l'invito da parte di un'impresa o di un'autorità a partecipare a riunioni, conferenze ed eventi di carattere commerciale, industriale o di servizio,
(b) altri documenti che mostrano l'esistenza di rapporti d'affari o per motivi di lavoro,   
(c) i biglietti di ingresso a fiere o congressi,
(d) i documenti comprovanti le attività commerciali della società,
(e) i documenti comprovanti il lavoro del ricorrente in azienda.

 

Visto per Turismo o visita privata:

 

(a) invito dell'ospite, se con uno o documento giustificativo della struttura che fornisce alloggio o  qualsiasi altro documento appropriato che indichi il tipo di sistemazione prevista,
(b) la conferma della prenotazione di un viaggio organizzato o qualsiasi altro relativo documento che  indichi il programma di viaggio previsti,
(c) in caso di transito, i biglietti per la destinazione successiva.

 

Visto per Studio o di formazione:

 

(a) certificato d'iscrizione presso un istituto scolastico al fine di partecipare a corso di formazione professionale o teorica nel quadro di formazione e di perfezionamento

(b) tessera studente ei certificati di corsi da frequentare.

 

Visto per cure mediche:

 

(a) un documento ufficiale rilasciato da un istituto di cura attestante la necessità di cure mediche presso quell'istituto e la prova della sufficienza di fondi per il trattamento medico.

 

Visto per Delegazioni ufficiali:

 

(a) una lettera emessa da un'autorità del paese terzo attestante che il richiedente è un membro della delegazione ufficiale ad uno Stato Schengen per partecipare a riunioni, consultazioni, negoziati o programmi di scambio, insieme a una copia dell'invito ufficiale.

Documenti giustificativi delle condizioni del viaggio

Il richiedente deve inoltre fornire il documento pertinente alle condizioni del viaggio previsto:
Sistemazione : prenotazione di conferma hotel oppure la lettera di invito fatta dal suo invitante.
Trasporto: per esempio, prenotazione aerea/ biglietto aereo di andata e ritorno, valuta per la benzina o noleggio auto.
Informazione a supporto del richiedente intenzione di lasciare l'area Schengen

Il richiedente deve fornire informazioni che consentano una valutazione della sua intenzione di lasciare la zona Schengen alla scadenza del visto richiesto, come ad esempio:
· prenotazione o di biglietto di ritorno o di andata
· la prova dei mezzi finanziari nel paese di residenza
· attestazione di impiego
· prova della proprietà immobiliare
· prova dell'integrazione nel paese di residenza: vincoli familiari, l'inquadramento professionale

Documenti giustificativi dell’invitante/ospite per l’ottenimento  del visto di ingresso per l’italia
Il richiedente del visto dovrà fornire:
· Quando il minore non viaggia con entrambi i genitori  serve il Consenso della patria potestà o del tutore legale
· La prova dei legami familiari con l'ospite / persona che fa l’invito per l’italia

 

Prova di fondi

I fondi disponibili devono essere proporzionali alla durata e lo scopo del viaggio e al costo della vita nello Stato Schengen  da visitare.
A tal fine, la maggior parte dei paesi Schengen hanno introdotto importi di riferimento quotidiano .
Tabella per la determinazione dei mezzi di sussistenza richiesti per l'ingresso nel territorio nazionale.
Tabella per la determinazione dei mezzi di sussistenza richiesti per l'ingresso in Italia (per: affari, cure mediche e anche per l'eventuale accompagnatore, gara sportiva, motivi religiosi, studio, transito, trasporto, turismo), mediante:
· l'esibizione di denaro contante;
· fideiussioni bancarie;
· polizze fideiussorie;
· equivalenti titoli di credito;
· titoli di servizi prepagati o di atti comprovanti la disponibilità in Italia di fonti di reddito.

 

Classi di durata del viaggio

Un partecipante

Due o più partecipanti

Da 1 a 5 giorni: quota fissa complessiva

€ 269,60

€ 212,81

Da 6 a 10 giorni: quota a persona giornaliera

€ 44,93

€ 26,33

Da 11 a 20 giorni: quota fissa

€ 51,64

€ 25,82

Quota giornaliera a persona

€ 36,67

€ 22,21

Oltre i 20 giorni: quota fissa

€ 206,58

€ 118,79

Quota giornaliera a persona

€ 27,89

€ 17,04

 

Fase 3
Acquistate presso la nostra Agenzia valida assicurazione di viaggio e polizza fideiussoria per il visto di ingresso riconosciute dalle ambasciate italiane all’estero con prova identificativa del titolo emesso.